Le modifiche ai termini di servizio e l’aggiornamento dell’informativa sulla privacy che entreranno in vigore dall’8 febbraio 2021 hanno creato un certo allarmismo tra gli utenti (anche se in Europa non è prevista la condivisione dei dati con Facebook). Per questo motivo, nelle ultime ore sono decisamente aumentati i download di Signal, come confermano alcune immagini pubblicate su Twitter.

Signal consigliata da Elon Musk
Due giorni fa è iniziato ad apparire un avviso su WhatsApp che informa gli utenti dell’imminente aggiornamento dei termini di servizio e dell’informativa sulla privacy. In alcuni paesi, tra cui gli Stati Uniti, il servizio di messaggistica condividerà alcuni dati degli utenti con Facebook. Poche ore dopo, Elon Musk ha condiviso questo tweet:

Solo due parole per consigliare ai suoi follower di utilizzare Signal e quindi, anche se non espressamente scritto, di abbandonare WhatsApp. Circa cinque ore dopo, sull’account dell’app è apparso questo messaggio:

In pratica, a causa del numero eccessivo di registrazioni, si sono verificati ritardi nell’invio del codice di verifica. L’incremento improvviso dei download è testimoniato da queste immagini:

Al momento, la versione per Android è al secondo posto della classifica Di tendenza del Google Play Store in Italia. Il tweet di Signal è stato anche condiviso da Edward Snowden, noto sostenitore dell’app di messaggistica. Il protocollo di Signal per la crittografia end-to-end, sviluppato da Open Whisper Systems, viene utilizzato anche da WhatsApp.

Telegram ha approfittato dell’occasione per deridere Facebook:

Microsoft ha invece pubblicato un tweet per sottolineare che Skype rispetta la privacy e che i dati personali degli utenti non sono venduti a nessuno:


Nel frattempo, vi consiglio questo splendido cellullare/smartphone, con ottime caratteristiche ad un prezzo veramente interessante.

2020 acquisti online agevolazioni amazon casa cashback comunicazione creazione e-commerce crescita e-commerce e-commerce taranto e-shop ecommerce ecommerce taranto eshop facebook fatturato finanza game gioco ho-mobile incentivi incremento innovazione internet Marketing messaggeria messaggi messaggistica messenger mobile pandemia poste italiane privacy rimborsi router sim sito e-commerce sito web social spedizioni tecnologia videogame videogioco whatsapp